Cinque tendenze che rivoluzioneranno il Trade Show Marketing nel 2019

Ci sono ragioni ben precise che determinano quanto le fiere possano essere un'efficace canale di marketing. Esibire è un ottimo modo per coinvolgere un pubblico, e avanzare nella tecnologia dimostra che il panorama delle fiere cambia ogni anno che passa. Ecco alcune tendenze emergenti secondo Ryan Gould  (Elevation Marketing) pubblicate sul Blog di Corbin Ball che stanno rivoluzionando le fiere commerciali di cui i professionisti del marketing devono essere consapevoli.

 

  • Design incentrato sul cliente

La prima impressione conta davvero. Per far si che il proprio stand abbia un impatto immediato sui partecipanti non basta solo avere un design appariscente, ma bisogna far appello alle emozioni e all'immaginazione del potenziale cliente. Tutto ciò che riguarda il design dello stand dovrebbe essere intuitivo. Nell’ultimo periodo si usano infatti non solo colori appariscenti che catturano l'attenzione, ma si utilizzano segnaletica unica, nuovi tessuti e trame che creano un design esteticamente piacevole. È anche possibile incorporare la tecnologia di mappatura 3D e display grafici testurizzati utilizzando materiali come metallo e legno. In definitiva, la tendenza si sta spostando verso un'esperienza di stand "umana-centrica". Quindi bisogna smettere di pensare in termini di metratura e numero di stazioni demo, bisogna chiedersi invece se l'esperienza è comoda per i visitatori.

 

  • Esperienze multisensoriali

Ci sono cinque sensi in totale, ed è ora che gli operatori di trade-show facciano appello a tutti loro. L'obiettivo è quello di mettere le persone in contatto con il proprio marchio e, secondo l'Harvard Business Review, l'amplificazione delle qualità sensoriali della propria mostra è il modo perfetto per farlo. Occorre un design unico di illuminazione, interfacce touch-panel, gamification, display interattivi, ecc. E non ignorare il potere del marketing dei profumi, poiché il naso umano ha centinaia di recettori in più dell'occhio e dell'orecchio.

 

  • Concentrati sul comfort

Per troppo tempo gli operatori di marketing si sono concentrati quasi esclusivamente su come stupire i visitatori delle fiere commerciali che hanno dimenticato l'unica cosa che piace a tutti, indipendentemente dalla fascia demografica: il comfort. Considerando che può essere estenuante passare tutto il giorno a una fiera, la maggior parte della gente vuole fare spesso una breve pausa. Gli espositori che implementano aree lounge stanno riscuotendo successo nel far entrare le persone nel loro stand e farli rimanere lì per lunghi periodi di tempo. Questa è un'opportunità perfetta per il personale che ha disposizione un potenziale cliente più rilassato e per più tempo. Infatti i marketer hanno aggiunto stazioni di ricarica insieme a comode poltrone. Aggiungendo porte USB pubbliche al proprio stand, molti visitatori si fermeranno di sicuro.

 

  • Realtà virtuale

Per quanto riguarda le tendenze tecnologiche, ci sono poche parole d'ordine più grandi in questo momento rispetto a "realtà virtuale". È interessante notare come stia generando abbastanza entusiasmo nel mondo fieristico. Questo perché è abile nel coinvolgere pienamente le persone e i propri sensi. Il 2018 è stato tutto incentrato sulla realtà virtuale, dovuta in gran parte al fatto che questa gemma multisensoriale è più accessibile che mai. Non è più un pezzo di tecnologia di nicchia, ora chiunque può usarlo.
Più precisamente: gli studi dimostrano che il 53% dei consumatori ha maggiori probabilità di acquistare da un marchio che utilizza la “realtà virtuale” piuttosto che uno che non lo fa. Questo perché, per la prospettiva tipica, si dimostra che il proprio marchio è all'avanguardia della tecnologia in un mondo in rapida evoluzione. La cosa migliore è che ci sono un certo numero di piattaforme VR per soddisfare qualsiasi budget.

 

  • La scienza della luce

10 anni fa, utilizzare televisori a schermo piatto nel proprio stand per migliorare le presentazioni era considerata all'avanguardia. Ma con l'avanzare della tecnologia non è più sufficiente limitare il proprio messaggio a un solo schermo. Al giorno d'oggi puoi trasformare l'intero spazio usando un fuoco mirato di luce. L'utilizzo di elementi di illuminazione unici può anche essere un potente strumento per indirizzare i visitatori a display o prodotti specifici. E poi c'è anche la mappatura della proiezione 3D, che permette di trasformare uno spazio in modo creativo usando luce e proiettori.

 

Tutte le tendenze sopra indicate fanno presagire eccitanti progressi e cambiamenti nello spazio fieristico. Ma non dimenticare mai i fondamenti, quelle semplici regole su cui costruire il proprio successo come espositori. Assicurarsi che il personale di vendita stia comunicando il proprio messaggio in modo chiaro ed efficace. Soprattutto, avere un piano di follow-up post-show in atto in modo che il potenziale cliente uscendo dal proprio stand, stia già diventando lead.

Condividi su: