Organizzare il proprio stand in fiera

Uno dei comandamenti dell'Ufficio Marketing e promozione di un'azienda dovrebbe essere: non sottovalutare l'importanza di partecipare a fiere di settore.

Chi ha già organizzato stand conosce bene le potenzialità, ma chi non ha mai partecipato a una fiera spesso è molto titubante soprattutto nel decidere di fare un investimento impegnativo in termini di tempo, soldi e personale da impiegare a fronte di risultati non sempre facilmente misurabili.

Ma le fiere garantiscono un vantaggio unico rispetto ad altre tipologie di azioni promozionali, cioè quello del contatto diretto e personale con i potenziali clienti o con nuovi fornitori. La fiera ha il vantaggio di far incontrare persone e "addetti ai lavori" interessati e predisposti all'ascolto e all'approfondimento.
Molti pensavano che l'era di internet avrebbe ostacolato l'organizzazione delle fiere mentre, al contrario, il web è diventato parte integrante del "sistema Fiere" come un potente veicolo di promozione dei prodotti, di diffusione delle iniziative e come strumento di intrattenimento all'interno degli stand stessi.
Lo stand è il protagonista assoluto in fiera, contribuisce a rafforzare il brand e a formare l'immagine dell'azienda. È assolutamente importante, infatti, decidere bene: la posizione, gli allestimenti, la grafica, i materiali promozionali da distribuire. E ancora: la preparazione del personale che interloquisce con i visitatori, l'abbigliamento, come riuscire ad attirare l'attenzione dei passanti, le forme di intrattenimento nello stand, le luci, la connessione internet, il design del tavolo espositivo e delle poltroncine.
In conclusione, per avere lo stand perfetto, bisogna svolgere un lavoro accurato e ricercato, tanto da non invidiare gli "stand altrui".

Condividi su: