Workbook

ASSEMBLEA DELL'UNIONE INDUSTRIALI DI ROMA

Aeroporto di Fiumicino, Painting Hangar Alitalia, 24 novembre 2009

Tecnoconference Europe, appartenente, insieme alla gemella Del Fio Multimedia, a Gruppo Del Fio, ha fornito anche quest'anno completo supporto tecnologico all'Assemblea dell'Unione degli Industriali e delle imprese di Roma, un evento della massima importanza perchè coinvolge molte delle più grandi imprese italiane, svoltosi il 24 novembre presso il Painting Hangar di Alitalia all'Aereoporto di Fiumicino.

La particolarità della sede (7.500 mq. per 35 metri di altezza) ha richiesto un intervento tecnico molto impegnativo: per risolvere il problema della pessima acustica è stato sviluppato un apposito progetto per l'impianto audio che, con l'impiego di ben 16 sistemi line array, garantisse comunque ottima intelligibilità. In parallelo, si è lavorato al progetto delle luci (ben 400 kilowatt di potenza impegnata), di fondamentale importanza per creare la giusta atmosfera in un ambiente cosi "freddo". Quindi è stato predisposto il progetto del fondale, dello schermo – formato superwide, di ben 25 x 7 metri – e del palco, strutturato sulla triplice previsione di podio (con Teleprompter) board e spazio per talkshow. Per le riprese sono state utilizzate quattro telecamere broadcast, in versione studio, Full HD come la complessa e innovativa regia video. La regia emissione, anch'essa in Full HD, si componeva, oltre che delle varie periferiche per i contributi, di quattro mixer grafici digitali e sofisticati software per maxivideoproiezioni multiple. Sono stati poi realizzati sfondi, fissi e animati, speech support, slide tappo, un filmato walk-in con animazioni bi- e tridimensionali e vari altri filmati, tutti in altissima risoluzione, a supporto della relazione del Presidente Aurelio Regina.
Da notare l'affollata sala stampa, nella quale erano attivi 12 monitor a circuito chiuso ed erano distribuiti i segnali audio e video a disposizione dei grandi network.
Una prestazione multiforme e impegnativa, che ha richiesto il lavoro in loco a tempo pieno di ventidue persone per dieci giorni.