Workbook

ASSEMBLEA NAZIONALE CNA


Campi Bisenzio (FI), stabilimento Battiloro Manetti, 21 novembre 2015

Anche quest’anno CNA (Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa) ha scelto di tenere la propria assemblea in un luogo non convenzionale e simbolico della realtà del lavoro artigianale: l’interno di una fabbrica, e precisamente nella tensostruttura, di duemila metri, appositamente realizzata nel cortile della Giusto Manetti Battiloro SpA, ambasciatrice del made in Italy nei cinque continenti con le sue lavorazioni dell’oro e dell’argento (su tutte la celebre foglia d’oro). Mille i partecipanti e numerose le autorità, tra cui il governatore della Toscana Enrico Rossi, i ministri Giuliano Poletti (lavoro) e Gian Luca Galletti (ambiente) e il sindaco di Firenze Dario Nardella. Dietro le quinte Tecnoconference Europe–Gruppo Del Fio.

Imponente l’impianto audio, che ha richiesto un grande sforzo per risolvere i tempi di riverbero della tensostruttura, pari a ben cinque secondi: 14 linee di suono, gestite da processori digitali, hanno garantito un’eccellente pressione e un’ottima intelligibilità ovunque, come se si fosse stati in un auditorium.


Particolarmente emozionanti, oltre che insolite, le battute iniziali, prima ancora che venisse data lettura del messaggio del Capo dello Stato Sergio Mattarella: da un pianoforte collocato al centro del palco si sono levate le note dell’inno di Mameli, magistralmente cantato da un tenore.

La scenografia era imperniata su un sistema di multivideoproiezione dinamica: un grande schermo sul quale agivano tre videoproiettori ad altissima luminosità in blending (ossia gestiti con soluzione di continuità dell’immagine). Le riprese live erano effettuate da una regia tricamere full HD di livello broadcast, con telecamere dotate di ottiche speciali in grado di effettuare primi piani anche da quaranta metri.
Significativa, inoltre, la regia emissione, che gestiva i contributi grafici e video con due processori molto sofisticati.


Da ultimo ma non per ultimo, l’impianto illuminotecnico ha richiesto ben trenta corpi per la diffusa sala e venti pezzi sul palcoscenico – dove si è svolto il talkshow con i Ministri moderato dalla conduttrice di Sky TG24 Federica de Sanctis – più quattro teste motorizzate per il tenore, il pianoforte e il baritono che, a chiusura dell’assemblea, ha interpretato l’aria pucciniana Nessun dorma, sempre accompagnato al piano.

Con apposito streaming ed encoding a cura di Tecnoconference Europe–Gruppo Del Fio, l’evento è stato diffuso sul sito CNA e su numerose testate giornalistiche on line.